Forecasting 4.0 in the Pharma sector: the integration of external and internal data for an effective demand forecast.

ico-eng

Forecasting 4.0 in the Pharma sector:
the integration of external and internal data for an effective
demand forecast

The fourth industrial revolution represents a real opportunity for the Pharma sector, especially in terms of demand forecasting, thanks to Forecasting 4.0 strategies.

Over the years, the pharmaceutical industry has experienced and continues to experience a stream of profound changes dependent on demographic, economic, regulatory and technological factors.

Given such a complex context and the need to develop an extremely fluid supply chain, the pharmaceutical sector is one of the most fertile areas in terms of digitalisation.Moreover, the need to contain costs and improve business results is a dichotomy that even Pharma operators cannot avoid.

In this scenario, the traditional supply chain approach based on needs planning is no longer effective. The solution is a Forecasting 4.0 strategy that effectively prevents demand: an intelligent supply chain based on predictive analysis and automatic learning.

To optimize demand forecasting, pharmaceutical companies need to go through a collaborative forecasting process, integrating not only sales data but also data from marketing, from the supply chain, as well as external data (demographics, public health…). In this way, they can improve end user satisfaction and reduce unnecessary costs. Predicting the future with the right degree of accuracy thanks to Forecasting 4.0 tools enabled by new digital technologies therefore allows pharmaceutical organizations to implement an optimal production program.

 
Registration is closed
 
 

ico-ita

Forecasting 4.0 nel settore Pharma:
l’integrazione dei dati esterni e interni per una previsione efficace della domanda

La quarta rivoluzione industriale rappresenta una concreta opportunità anche per il settore del Pharma, soprattutto nell’ottica di previsione della domanda, grazie a strategie di Forecasting 4.0.

L’industria farmaceutica, per il ruolo centrale che riveste sul fronte del mantenimento della salute pubblica, può essere a ben vedere considerato uno dei settori industriali più significativi sul piano globale. All’interno di questo processo, dal canto suo, il comparto deve tenere conto di una serie di variabili esterne estremamente delicate e volatili.

Fattori umani – come l’insorgere di malattie stagionali o eventuali epidemie -, nuovi approcci terapeutici, la centralità dei principi attivi (per loro stessa natura soggetta a degradazione), le peculiari necessità di distribuzione (tempestività delle consegne e disponibilità della merce), lunghi cicli di sviluppo, una limitata vita a scaffale, l’avvento di nuovi farmaci e ingredienti, catene di approvvigionamento a più fasi, l’avvento di nuovi modelli di distribuzione e mutevoli condizioni di mercato: sono tutti elementi da analizzare e tenere in conto nella supply chain del farmaco.
 

Forecasting 4.0 per una supply chain intelligente

Nel corso degli anni, l’industria in questione ha quindi vissuto (e continua a vivere) un flusso di profondi cambiamenti dipendenti da fattori demografici, economici, normativi e tecnologici. Dato un contesto che impone ai propri attori di operare in condizioni così complesse e la necessità di sviluppare una filiera estremamente fluida, il settore farmaceutico è uno dei terreni più fertili sul fronte della digitalizzazione. Non solo, oggi la necessità di contenere i costi e di migliorare i risultati di business è una dicotomia a cui non possono sottrarsi anche gli operatori del Pharma. In questo scenario, l’approccio tradizionale della catena di approvvigionamento basato sulla pianificazione dei fabbisogni non è più efficace. La soluzione è una strategia di Forecasting 4.0 in grado di prevenire efficacemente la domanda, ovvero una supply chain intelligente basata sull’analisi predittiva e sull’apprendimento automatico.
 

L’importanza del demand planning

La previsione della domanda in ambito farmaceutico risulta dunque un’attività più complessa rispetto a quanto si verifica in altri settori ed è un passaggio cruciale nel processo di pianificazione della supply chain. La sfida per le aziende farmaceutiche, che cercano di ottimizzare queste attività, è quella di passare da un approccio unidirezionale a un processo di previsione collaborativa. Occorre integrare non solo i dati provenienti dalle vendite, ma anche quelli derivanti dal marketing, dalla catena di fornitura, oltre a quelli demografici o relativi alla salute pubblica con l’obiettivo sia di migliorare la soddisfazione dell’utente finale che di ridurre costi inutili. Prevedere il futuro con il giusto grado di accuratezza grazie a strumenti di Forecasting 4.0 abilitati dalle nuove tecnologie digitali permette dunque, alle organizzazioni farmaceutiche, di implementare un programma di produzione ottimale.
 

I vantaggi del Forecasting 4.0 nel Pharma

Oggi la mole di Big Data in circolazione cresce costantemente e il settore farmaceutico non è di certo immune a questa ondata di informazioni. Si tratta di dati che si presentano in più formati (strutturati e non strutturati) e, come già sottolineato, provengono da più fonti. Sottoponendo questo prezioso flusso informativo ad analisi sempre più sofisticate, in un’ottica di Forecasting 4.0, è possibile abilitare un processo decisionale più rapido e più preciso e ottenere così una previsione efficace della domanda. Integrare, analizzare e mettere in atto previsioni statistiche elaborate a partire dai dati disponibili, sia interni (storico delle vendite, flusso degli ordini, spedizioni) che esterni (social listening, condizioni meteorologiche, trasporti, informazioni demografiche), permette alle aziende di prendere le decisioni più efficaci. E questo significa garantire la disponibilità del prodotto in modo da soddisfare gli ordini dei clienti con tempi di consegna puntuali, ridurre le scorte di magazzino, migliorare la pianificazione degli investimenti e ridurre i costi di obsolescenza dei prodotti.

 

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *